Tavolo tecnico del 7 febbraio 2017 su PPL, Turni, Reperibilità e Posizioni Organizzative

Scritto da Super User. Postato in UNSA DIFESA - NAZIONALE

Facendo seguito all’incontro del 12 ottobre 2016, la Direzione Generale per il Personale Civile ha convocato il Tavolo tecnico richiesto dalla nostra Organizzazione sindacale per trattare PPL, Turni, Reperibilità e Posizioni Organizzative. L’incontro è stato preceduto dall’invio di una “scheda tecnica” elaborata dagli Organi programmatori (che si allega). La proposta dell’Amministrazione, dopo aver illustrato gli elementi contenuti nella scheda tecnica (?!!), è stata quella di mantenere invariato lo stanziamento del 2017 e procedere, eventualmente, a tagli sulla reperibilità per il 2018, mentre sembra che gli altri Istituti non possano essere oggetto di ulteriori riduzioni (?!!). In ogni caso SMD ha evidenziato di aver già provveduto a emanare direttive che tengono conto dei rilievi sollevati da ISPEDIFE. L’UNSA ha nuovamente chiesto:

 la verbalizzazione degli incontri del tavolo tecnico;  il dettaglio delle assegnazioni per PPL, Turni e Reperibilità previste dalla circolare di Persociv del 20 settembre u.s., suddivise per Area e Profilo professionale dei percettori; i dati aggregati, infatti, non permettono un’analisi dettagliata e puntuale, ma evidenziano solo apparenti storture dell’applicazione dei diversi Istituti. Abbiamo inoltre chiesto che la ricognizione possa concludersi entro la fine di aprile per poter procedere a tagli mirati già nel 2017, in modo da far confluire i conseguenti risparmi nel saldo dell’anno corrente. In tal senso l’Amministrazione si è impegnata a reperire il dettaglio non solo dei percettori, ma anche dei criteri di attribuzione e dell’effettivo utilizzo dell’Istituto della Reperibilità. Sulle Posizioni Organizzative non è stato possibile procedere ad analisi approfondita a causa dell’incompletezza dei dati forniti. In linea di massima l’Amministrazione vorrebbe procedere a una differenziazione su tre fasce legata all’incarico svolto, ma in assenza di dati certi relativi a numero di posizioni e spesa prevista non è stato possibile valutare la fattibilità della proposta stessa. Per questi motivi il tavolo è stato aggiornato al 21 p.v. alle ore 11. Non vorremo che anche questa volta, dopo tanti anni di richieste sulla trasparenza di queste spese, non si raggiunga il solito risultato di colpevole “insabbiamento” da parte dell’Amministrazione con la complicità di OO.SS. che hanno interessi che vanno oltre il corretto utilizzo dei fondi collettivi.