incontro con il Sottosegretario della Difesa On.le ROSSI del 13 settembre 2016

Scritto da Super User. Postato in UNSA DIFESA - NAZIONALE

In data odierna, presso la Sala Dohuet di Palazzo Aeronautica, il Sottosegretario di Stato alla Difesa On.le ROSSI ha incontrato le OO.SS. rappresentative della Difesa a tavoli separati per aggiornarci in merito ai risultati del tavolo di lavoro sul TRA

TTAMENTO ECONOMICO DEL PERSONALE CIVILE.

 

Questo incontro segue i precedenti del 20 aprile e del 6 luglio, durante i quali il Sottosegretario aveva prospettato, come risposta primaria alla necessità di colmare il gap stipendiale tra i dipendenti del Ministero della Difesa e i dipendenti di altri Ministeri, la possibilità di costituire un apposito “Fondo esterno” per il personale della Difesa, analogo a quello costituito per il Ministero della Salute. La proposta è stata sottoposta al MEF e al Dipartimento della Funzione Pubblica per le valutazioni di competenza. Il primo impatto è stato “non negativo”: a seguito dell'ingresso delle Agenzie nel Comparto Funzioni Centrali (il cosiddetto “Compartone”), si è ulteriormente evidenziato il gap stipendiale, al punto che l'omogeneità stipendiale è stata ritenuta non solo praticabile dal punto di vista formale, ma anche necessaria a fini perequativi. Se poi la proposta del Ministero della Difesa dovesse essere respinta, saranno il MEF e il Dipartimento della Funzione Pubblica a formulare una proposta alternativa. In questo momento si sta lavorando soprattutto sulle motivazioni sottese alla norma che dovrebbe essere emanata; il passo successivo sarà quello di quantificare l'importo del “Fondo esterno”. L’UNSA ha accolto favorevolmente tale ipotesi chiedendo di abbreviare il più possibile l’iter burocratico per l’approvazione degli Organi preposti (Funzione Pubblica e MEF) e di trovare adeguate risorse economiche da destinare al “fondo” al fine di ristabilire una più equa giustizia salariale con i colleghi delle altre Amministrazioni pubbliche. Gli aggiornamenti in materia saranno forniti nel corso di un prossimo incontro, presumibilmente il 28 settembre, nel quale si tratterà anche della TABELLA DI EQUIPARAZIONE. Entro il 15 ottobre invece sarà convocato un incontro per trattare le PROGRESSIONI TRA LE AREE. L’UNSA, a tal proposito, ha ripetuto l’assoluta necessità di procedere alle progressioni tra le Aree, in particolare tra la 1^ e la 2^ dove circa 1.800 colleghi aspettano da decenni il riconoscimento delle mansioni svolte, certamente non più riconducibili a un’Area che non ha più ragione d’esistere e in sostanza scomparsa in tutti i Ministeri. I provvedimenti discendenti dal Libro Bianco non sono ancora definiti, pertanto la trattazione è stata rinviata a data da definire, ma comunque entro la fine dell’anno in corso. Entro il 10 ottobre si parlerà nuovamente di BENEFICI PENSIONISTICI DERIVANTI DA SUPERVALUTAZIONE e probabilmente anche con una “norma specifica” sull’applicazione della stessa. L’UNSA, accogliendo positivamente questa nuova apertura del Sottosegretario Rossi, ha voluto ricordare, come già fatto nelle riunioni precedenti, l’enorme disagio che la circolare 16749 del 14.03.2016 di Persociv ha provocato e sta provocando tra il personale e tra i Responsabili che gestiscono gli Enti i quali si sono trovati improvvisamente in una situazione che ha rivoluzionato tutto un sistema che da decenni funzionava senza, peraltro dare direttive applicative chiare su come gestire né il presente né il passato. Ricordiamo che la citata circolare è stata emanata unilateralmente dalla Direzione Generale del Personale Civile senza nessuna consultazione con le OO.SS. Nazionali. Anche il SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE è oggetto di attenzione: al momento l’Amministrazione sta raccogliendo le problematiche e le proposte provenienti dalle varie Amministrazioni Centrali e Periferiche, quindi anche le OO.SS. saranno invitate a suggerire dei correttivi in modo da far partire le eventuali modifiche da Gennaio 2017. Infine già la settimana prossima dovrebbe svolgersi l'incontro sul REGOLAMENTO DI FUNZIONI. Poiché quindi, si è trattato di un incontro interlocutorio, ci riserviamo di discutere il merito dei vari argomenti nei successivi incontri, quando le proposte saranno un po' più concrete e delineate. Un caloroso saluto,

Allegati:
Scarica questo file (Comunicato Incontro 13.9.16.PDF)Comunicato Incontro 13.9.16.PDF[ ]156 Kb