Comunicato stampa UNSA - fatti i comparti ora i contratti

comparti

«Questa notte alle 4.00 è stato firmato l’accordo per la definizione dei nuovi 4 comparti di contrattazione. È una data per certi versi storica, perché da oggi cambia totalmente lo scenario per i contratti, per le relazioni sindacali, per le tante professionalità prima riferite a diversi comparti oggi invece riunite sotto un unico tetto» afferma Massimo Battaglia, Segretario Generale della Federazione Confsal-UNSA.
«Da oggi il governo non ha più scuse per evitare di riaprire i contratti del pubblico impiego. Chiediamo il rispetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 178/15 che riconosce il diritto per i lavoratori pubblici ad avere un contratto con decorrenza luglio 2015»
«Colgo l’occasione per ribadire un concetto» dichiara Battaglia «mi sembra assurdo e vergognoso che in un Paese che si vuole dire normale e democratico si debba verificare un conflitto di questa portata tra un datore di lavoro –lo Stato- e i suoi dipendenti, che sono più di 3 milioni di persone, tanto che c’è stato bisogno di ricorrere alla Corte Costituzionale, su intuizione dell’UNSA, per dichiarare incostituzionale un blocco contrattuale che sarebbe durato almeno fino al 2019»
«Definiti i comparti, chiediamo al Governo l’immediato invio dell’atto di indirizzo all’Aran per l’apertura del nuovo contratto e chiediamo l’individuazione di adeguate risorse per i lavoratori i cui stipendi sono bloccati dal 2010».

Il Circolo

 logo1

Associazione tra Dipendenti del Ministero della Difesa Iscritta al n° 169/2002 del registro delle persone giuridiche ai sensi del D.P.R. 361/2000